31.08.2015 - Nuovo tunnel dell'Albula: comincia l'avanzamento

31.08.2015 - Nuovo tunnel dell'Albula: comincia l'avanzamento -

Nel portale nord del tunnel dell'Albula della FR a Preda, lunedì 31 agosto 2015 sono stati avviati i lavori per la costruzione del nuovo tunnel dell'Albula. Quindi, dopo 14 mesi di intensi preparativi è stato possibile iniziare con la costruzione vera e propria della galleria. Per la FR e le imprese esecutrici è stato centrato così un importante obiettivo. Alla presenza di Stefan Engler, Presidente del consiglio di amministrazione FR, della stampa nonché dei rappresentanti e dei lavoratori delle imprese appaltatrici si è svolta una piccola cerimonia per festeggiare l'avvio dei lavori.

Con la festa di inaugurazione si festeggia dunque il momento di inizio effettivo di costruzione del tunnel, ovvero l'avvio dei cosiddetti lavori di avanzamento. Con una messa celebrata dal parroco Kurt Benedikt Susak è stata benedetta e installata una statua della patrona dei minatori, Santa Barbara. Hans Köhler, responsabile del reparto Costruzione gallerie dell'impresa appaltatrice principale, Porr Suisse, e Stefan Engler il Presidente del consiglio di amministrazione FR, hanno indirizzato i loro messaggi di saluto ai lavoratori presenti.

Il progetto è in linea con la tabella di marcia
Dalla fine del 2014, quando venne dato il primo colpo di vanga simbolico, sono stati effettuati numerosi lavori preparatori. Il collegamento del cantiere avviene per lo più tramite ferrovia. A tale scopo le stazioni di cantiere nel portale nord a Preda e nel portale sud a Spinas sono state dotate di un raccordo su rotaia. Il materiale di scavo prodotto durante l'avanzamento verrà utilizzato come materia prima per la produzione di cemento e ghiaia e lavorato a Preda a partire dal prossimo anno. A tale scopo è stato creato un impianto di miscelazione del cemento, delle piazzole di lavorazione nonché macchinari per la preparazione della ghiaia. Per il materiale roccioso di qualità insufficiente ai fini del riutilizzo diretto, è stata individuata un'area idonea per lo scarico di macerie fino a 250 000 m3 nei pressi di Preda in località «Las Piazzettas». Nel tunnel esistente la priorità è stata data al potenziamento e alla messa in sicurezza del rivestimento in pietra naturale ormai malridotto nonché all'ampliamento della caverna al metro 1 300 per preparare l'attraversamento della zona di disturbo geologica del "massiccio dolomitico".

Informazioni sulla costruzione del nuovo tunnel dell'Albula sul posto a Preda
Presso il portale nord del tunnel dell'Albula a Preda, l'Infoarena documenterà sino al termine dei lavori di costruzione nel 2021 questo grande progetto edile, offrendo ai visitatori e alle visitatrici l'occasione di conoscere da vicino il mondo del tunneling. Vengono qui trattati anche temi come la costruzione entro il perimetro del Patrimonio mondiale UNESCO e le misure tutelative per flora e fauna. L'Infoarena è aperta ogni giorno sino a fine ottobre. Oltre alla visita libera e individuale dell'Infoarena, sino a fine settembre è possibile ottenere informazioni più specifiche nell'ambito di visite guidate ai cantieri.

Attuale

Attuale

Un nuovo tunnel per l'Albula. Sul cantiere più grande della Ferrovia retica si trapana, fresa, scava e costruisce ogni giorno. Con il primo colpo di vanga nell'estate del 2014 è stato dato l'avvio ufficiale ai lavori davanti ai portali di Preda e Spinas. Nell'agosto 2015 sono iniziati i lavori di avanzamento per la costruzione del nuovo tunnel dell'Albula. Quindi, dopo 14 mesi di intensi preparativi è stato possibile iniziare con la costruzione vera e propria della galleria e con i cosiddetti lavori di avanzamento. Qui potete trovare un riepilogo con le informazioni e gli eventi clou più attuali degli ultimi mesi sulla costruzione del nuovo tunnel dell'Albula.